Passerella di 150 metri sopra un lago nella Città delle arti e delle scienzeDomenica 17 novembre, Valenza sarà il palcoscenico di una tra le gare popolari più importanti di Spagna: la 33º edizione della Maratón Divina Pastora, organizzata dal Comune di Valenzia e dalla Sociedad Deportiva Correcaminos (un’associazione che organizza questa corsa dal 1981, quando ancora si chiamava Maratón Popular de Valencia) che fà affidamento sull’importante collaborazione della fondazione Trinidad Alfonso.

L’edizione dello scorso anno ha visto la premiazione di Luka Kanda per la gara maschile, e di Birhane Dibaba Adegna per la gara femminile. I due sono stati i vincitori di una competizione che ha radunato 9.000 corridori, una cifra che quest’anno, ad iscrizioni concluse, è stata polverizzata. Gli atleti che calzeranno le scarpe da ginnastica per percorrere i 42 kilometri di cui è composta la maratona saranno 11.300 (il 23% dei quali provenienti dall’estero, un dato che rende l’idea del fascino internazionale di questa gara). Questa maggiore affluenza di partecipanti rappresenta un aumento del 22% rispetto all’edizione precedente.

Partenza della gara dal ponte de MonteolivetePer i podisti convinti che i 42 km del percorso siano una distanza inarrivabile, sarà possible partecipare alla prova parallela 10K, dove per l’appunto verrà coperta una distanza di 10 km. Aggiungendo alla cifra sovracitata i partecipanti iscritti a questa categoria, il numero dei “runners” che domenica prossima calpesteranno le strade di Valenza raggiungerà le 19.000 unità. Oltretutto, i corridori delle due prove inizieranno insieme la gara partendo dal ponte de Monteolivete, e, anche se su diverse corsie, disputeranno parallelamente i primi 4 km. Per merito di una passerella lunga 150 metri, che verrà collocata sopra uno dei laghi del complesso della Città delle arti e delle scienze, si prevede un arrivo al traguardo a dir poco spettacolare.

Maggiori informazioni sulla Maratón Divina Pastora