Tipico “riurau”Dodici località della Marina Alta -comarca appartenente alla Comunità valenciana- hanno deciso pochi giorni fa di unire le loro forze per preservare l’eredità dei riuraus, costruzioni di uso agricolo tipiche di questa regione. Il riurau è una costruzione di forma rettangolare che può essere annessa all’abitazione principale o divisa da essa, e rimane aperta grazie ad una serie di archi che la rendono una terrazza coperta. In autunno -quando in questa regione è molto frequente la pioggia- venivano adagiati dei cannicci (stuoini di canna) sotto gli archi dei riuraus dove veniva fatta essiccare l’uva per renderla uva passa, e questo è uno dei più comuni settori commerciali della zona di Marina Alta. Il commercio dell’uvetta è stato una della principali attività di questa comarca di Alicante sin dal XIX secolo e a seguire nel XX secolo,ed ha inciso non poco nello sviluppo del porto di Jávea. I guadagni derivati dal commercio dell’uvetta sultanina favorirono l’emergere di una borghesia locale che risiedeva in edifici eleganti come quelli che possiamo ammirare nel centro storico di Jávea.

“Riurau” di Gata de GorgosLe località di Jávea, Teulada, La Xara, Jesús Pobre, Xaló, Benissa, Gata, Llíber, Parcent, Pedreguer, Poble Nou de Benitatxell e Ondara hanno dato il via in questo mese di maggio ad una collaborazione decidendo di dare la giusta importanza storica a tali costruzioni nate per essiccare e conservare questo frutto della terra. L’impegno raggiunto ovvero di conservare e promuovere questo patrimonio, con il riurau del Senyor de Benissadeví come esempio, segue la cosiddetta “strada dei riuraus” che collega il settore turistico all’ambito culturale, e la cui influenza economica si sente tutt’ora ad esempio nella produzione del vino moscato, molto frequente nelle località della Marina Alta -come Xaló-.

Se desiderate avere ulteriore informazioni riguardo queste costruzioni tipiche de la Marina Alta, leggete in nostro articolo in inglese Riurau, a typical structure.