Statua di María Pita a La CoruñaPlaza María Pita, conosciuta anche come la Plaza Mayor, è considerata l’epicentro di La Coruña e non solamente per il fatto di trovarsi nel mezzo del suo centro storico. Questa bellissima piazza classica, circondata su tre lati da eleganti e grandi residenze colonnate poste di fronte al municipio, è reputata di gran lunga il cuore simbolico della regione.

Il motivo risiede nella sua denominazione, dato che questa elegante piazza prende il nome della persona più famosa di La Coruña, l’eroina María Pita. Nata nel 1565 come María Mayor Fernández de Cámara y Pita, questa vivace donna sarebbe diventata per sempre il sinonimo della trionfale difesa della città contro l’invasione dell’esercito inglese nel 1589.

I superstiti della celebre Armada Española del precedente anno stavano rientrando malmessi dalle acque del nord, sconfitti dalle navi da fuoco inglesi e dalle tempeste, prima di disperdersi nei porti spagnoli. Uno di questi, in effetti il primo trovato dalle barche che ritornavano dal versante occidentale delle isole britanniche, era quello di La Coruña.

Durante questo periodo di vulnerabilità la Spagna temeva una rappresaglia da parte degli inglesi, ed  era l’importante porto di La Coruña, grazie alla sua posizione strategica, quello che avrebbe sostenuto il peso dell’attacco quando la Marina militare inglese sarebbe giunta.  L’attacco arrivò nella primavera del 1589, quando una flotta comandata da Francis Drake occupò delle posizioni strategiche nelle baie intorno alla città, e numerosi soldati raggiunsero la terra ferma.

In quei giorni,  l’originale muro che circondava l’attuale centro storico di La Coruña era stato esteso fino alla zona posta di fronte alla baia dove si trova il porto. Fu in questo luogo che le truppe inglesi attraccarono, trovando poca resistenza da parte dei locali e accrescendo la propria convinzione del fatto che sarebbe stata una conquista facile. Gli spagnoli, sapendo di essere numericamente inferiori e e meno armati, decisero quindi di abbandonare l’area e di concentrare le proprie difese dietro le mura della città.

La nascita di una leggenda

Plaza de Ayuntamento a La CoruñaIl numero dei difensori era talmente esiguo che tutti i cittadini, uomini, donne, e bambini, furono obbligati a dare un contributo alla causa; i bambini in veste di assistenti di campo e infermieri, gli uomini a combattere, mentre le donne riarmavano i moschetti e i cannoni. Al culmine della battaglia, quando sembrava che gli inglesi avessero sfondato le linee nemiche, si vide una giovane donna abbattere un soldato inglese e la bandiera che stava cercando di piantare.

Questa azione si rivelò essere un momento cruciale; da qui in poi, María Pita avrebbe rappresentato la motivazione grazie alla quale gli esausti difensori della città trovarono nuovo coraggio e condussero un contrattacco che sorprese gli inglesi e respinse il loro attacco. Nei giorni seguenti i britannici fecero ulteriori tentativi di sfondamento, però divenne presto lampante che la tendenza era cambiata e per questo motivo Francis Drake suonò la ritirata allontanando le sue unità da La Coruña, ansioso di non essere colto  di sorpresa  dall’imminente arrivo dei rinforzi spagnoli.

A soli 24 anni María Pita divenne il simbolo della vittoriosa difesa della città. Nel corso della sua vita piuttosto colorita sarebbe stata onorata dagli aristocratici e premiata dal Re Filippo II d’Asburgo. Le sue eroiche gesta  l’avrebbero portata a raggiungere una fama  che dura ancora oggi e che trova la sua massima espressione nell’imponente piazza che porta il suo nome e nella grande statua che si erige nel mezzo di essa. Inoltre, un museo in suo onore racconta sia la storia della difesa della città sia quella della stessa María Pita, oltre a spiegare com’era la vita a La Coruña durante quel periodo – una città che attualmente viene considerata vivace e moderna, dove la ricca storia e le tradizioni non sono mai lontane.