Joaquín Sorolla: ‘Grupa valenciana’Se andranno a buon fine i colloqui intavolati tra la Generalitat Valenziana e la Fondazione Bancaja, il pittore valenziano Joaquín Sorolla potrà contare su un nuovo museo dedicato alle sue opere a Valenzia. Il Centro Cultural Bancaja, situato nel cuore della città in Plaza Tetuán, è l’edificio che teoricamente diventerà nel prossimo futuro la sede del Museo Sorolla di Valenzia.

Già nel 2007 le sale del Centro Cultural Bancaja vennero aperte per ospitare l’esposizione itinerante “Visiones de España”, composta dalle opere realizzate da Joaquín Sorolla per la Hispanic Society of America di New York. Per comprendere il successo dell’esposizione basta ricontrollare il numero dei visitatori: nè più nè meno di 875.000 persone passarono per le sale del Centro Cultural Bancaja quando le opere furono esposte a Valenzia. L’attrazione esercitata da Sorolla è innegabile, ed un altro esempio è dato dal museo di Madrid che, durante lo scorso anno, ha visto aumentare del 20% il numero dei visitatori alla sua mostra di pitture.

Il futuro museo ospiterà i lavori di Sorolla attualmente sparsi in varie organizzazioni e istituzioni tra cui: l’Ayuntamiento, la Diputación de Valencia, la Generalitat Valenziana, alcuni collezionisti privati, l’Istituto Valenziano di Arte Moderna (IVAM), la stessa Fondazione Bancaja (possiede 16 opere) e quelli presenti nella sala monografica (42 quadri) del Museo de las Bellas Artes San Pío V.