LenaLa Galizia è una regione conosciuta per la sua famosa storia, per le diverse culture che coabitano in essa, per i suoi sbalorditivi paesaggi e per la bellezza dei suoi panorami. Non è quindi da stupirsi se quest’ambiente fa spesso da sfondo ed è la cornice per numerosi film: molti registi e produttori hanno scelto di raccontare le sue storie e di trasporre il suo variopinto passato al cinema.

Molti dei lungometraggi ambientati e girati in Galizia sono di realizzazione propria, e vi sono numerosi film classici il cui set è stato collocato in questa bellissima, indimenticabile e vivace regione. Vi è però stata una recente crescita di film stranieri e di produzioni hollywoodiane che sono state ispirate dall’essenza, dal fascino, dai racconti storici e dalle leggende popolari di questa preziosa regione della Spagna.

Il film Lena, realizzato nel 2001, è un teen drama di formazione (un drammatico a tema adolescenziale) che si mescola ad elementi tipici dei film d’azione e gangster, è ambientato in uno sconosciuto e decadente villaggio di pescatori della Galizia. Il film racconta la storia di Lena, una diciottenne che lotta per sopravvivere nella povertà e nella miseria di quella che una volta era una prospera e cantieristica comunità dedita alla pesca, ora caduta in disgrazia. Lei sogna di lasciarsi alle spalle il villaggio e anche il padre alcolizzato, così da poter andare a studiare all’estero. Ma quando ritorna scopre che suo padre è stato picchiato, Lena decide così di offrire sé stessa alla mafia ed inizia a lavorare per questi criminali in modo da sanare i debiti di suo padre. Ciò che ne deriva è un insieme di azione, dramma, romanticismo e crimine. Sebbene il film Lena racconti una storia crudele, la fenomenale performance della protagonista, interpretata dall’attrice Marta Larralde, rende il film una convincente opera drammatica, vale inoltre la pena guardarlo per le magnifiche scene paesaggistiche. La fotografia cattura splendidamente le meraviglie della regione grazie a magnifiche riprese aeree, e lo spettatore non può fare altro che innamorarsi del suggestivo panorama di questa incantevole territorio.

Mare dentroMar Adentro (Mare dentro) interpretato dal premio oscar e latin lover spagnolo Javier Bardem, racconta la storia vera di Ramon Sampedro,che ha combattuto una compagna di trent’anni a favore dell’eutanasia, lottando per il proprio diritto di morire. Sampedro, un pescatore e poeta per hobby, rimase tetraplegico a soli ventisei anni a causa di un catastrofico incedente dovuto ad un tuffo, costringendolo così a letto per il resto della vita. Il film presenta un Ramon ormai cinquantaquattrenne che dipende totalmente dalla sua famiglia, vede la sua vita come inutile e frustrante e si sente un peso per gli altri. Desidera morire per mantenere quel minimo di dignità che gli è rimasta, il film ripercorre la drammatica vicenda, il dibattito legale, morale ed etico e il dolore che lui deve sopportare per raggiungere il suo scopo.
Questo film è una collaborazione tra due dei più talentuosi artisti del cinema contemporaneo spagnolo: l’attore Javier Bardem e il regista Alejandro Amenábar. Mare dentro è un film realizzato splendidamente, sono presenti scene strazianti che ispezionano la forza e la fragilità dell’animo.

Questi due diversi e affascinanti film, tutti ambientati in Galizia, raccontano differenti momenti storici, trattano diversi soggetti e generi coprendo vari stati d’animo, ma un elemento li accomuna: la vittoria del sentimento di umanità e fratellanza.

Grazie alla sua bellezza, la Galizia è da sempre fonte d’ispirazione per molti artisti, musicisti e scultori. Il suo carattere e la sua vitalità dimostrano -come fanno questi film- l’irrefrenabile senso di solidarietà della sua gente.