Per coloro che non abbiano ancora sentito parlare di questo famoso percorso di pellegrinaggio, si tratta di un arduo cammino di 750 chilometri che separa Roncesvalles, punto di partenza tradizionale situato nel nord-est della Spagna, da Santiago de Compostela, ubicata nella zona nord-occidentale della penisola iberica. Nonostante ci siano innumerevoli punti di partenza sparsi per tutta Europa, è possibile iniziare questo antico pellegrinaggio da un luogo qualsiasi, anche se la maggioranza solitamente inizia dalla città francese Saint-Jean-Pied-de-Port. Formato da antichi sentieri, e conosciuto come Camino di Santiago in lingua spagnola, negli ultimi anni questo patrimonio dell’umanità dell’UNESCO ha visto aumentare la propria popolarità da quando nel 2010 è stato proiettato il film di Hollywood Il cammino per Santiago, con protagonista Martin Sheen.

I pellegrini hanno passeggiato lungo questo percorso fin dal X secolo per raggiungere il tempio dell’Apostolo Santiago, il cui corpo, secondo quanto narra la leggenda, è stato sepolto a Santiago stessa. Accingersi a compiere il Cammino era considerata una penitenza tradizionale che prevedeva l’assoluzione dei peccati dei pellegrini una volta che avessero portato a termine tale prova. Ai giorni nostri, al loro arrivo a Santiago, gli escursionisti che completano al minimo 100 km di cammino si guadagnano il certificato di Compostela a patto che si facciano timbrare il passaporto del pellegrino lungo la strada. Attualmente circa 200.000 pellegrini da tutto il mondo intraprendono questa camminata ogni anno, l’80% dei quali a piedi, il 20% in bici, oltre a qualche altra anima coraggiosa che monta in groppa ad asini o cavalli. Calcolando di percorrere dai 20 ai 25 chilometri al giorno, per portare a termine questo epico percorso sono necessarie tra le quattro e le cinque settimane. Ad ogni modo, servendosi di una bicicletta, è possibile completarlo in una decina di giorni, dipendendo da quanto uno voglia spingere sui pedali.

L’itinerario più famoso tra i pellegrini è il Cammino Francese, il quale passa attraverso alcune tra le più impressionanti località e città del nord della Spagna come ad esempio Pamplona, Puente La Reina, Burgos, León e ovviamente Santiago de Compostela, una antica città spagnola  magnificamente conservata e dominata da una delle cattedrali più strabilianti della Spagna.

Lungo questo estenuante percorso potrete alloggiare in alberghi sovvenzionati  dal Comune spendendo tra i 5€ e 10€ a notte. Per di più, molte taverne e ristoranti offrono un ‘menù del pellegrino’ che consiste in un pasto formato da tre pietanze e una bibita per un totale inferiore ai 10€.  I punti salienti del  pellegrinaggio sono molto numerosi; tra essi citiamo una fontana di vino gratuito, infinite chiese e cattedrali medievali, paesaggi mozzafiato oltre a tanti castelli.

Si tratta di un epico viaggio per esplorare le regioni del nord della Spagna e per riscoprire se stessi, facendo al tempo stesso numerose amicizie lungo la strada. Non stupisce che il Cammino di Santiago stia rapidamente diventando una delle fughe dalla vita quotidiana più dinamiche e popolari al mondo.

Per avere maggiori informazioni sul film dedicato a questo pellegrinaggio, premere sul link seguente: Il cammino per Santiago.