Berklee College of Music a ValenziaFondato a Boston nel 1945, il  Berklee College of Music garantisce ai suoi studenti un vasto programma di studi sulla musica contemporanea e sugli aspetti dello sviluppo della carriera nel settore, attraverso una combinazione di jazz e di musica moderna americana, flamenco, hip-hop e addirittura salsa. Sembra quindi del tutto naturale il fatto che nel 2012 venisse inaugurato a Valenzia un nuovo campus della prestigiosa scuola, campus che fosse complementare al complesso dell’Arte e della Scienza (La Ciudad de las Artes y las Ciencias), completato 15 anni prima. Questo impressionante edificio è strutturato su tre tematiche principali: le arti, le scienze e la natura, comprendendo lo sbalorditivo Palau de les Arts Reina Sofía, il quale ospita parecchi auditorium.

Berklee College of Music a ValenziaDal momento della sua inaugurazione la scuola ha attirato studenti da tutto il mondo, persone con un profondo desiderio di imparare la tradizionale musica mediterranea, di scambiare, condividere  ed ampliare le loro opportunità di intraprendere una carriera internazionale; questa nuova, giovane e talentuosa comunità ha avuto diversi impatti su Valenzia, permettendo lo sviluppo della scena cittadina dei concerti e dei jazz club, e allo stesso tempo ridefinendo il ruolo giocato dalla musica in questa capitale costiera. Le lezioni principali della scuola prevedono anche la presenza saltuaria di una serie di ospiti d’onore, attirando così il passaggio di rinomati musicisti per Valenzia, come ad esempio l’universalmente noto contrabbassista portoricano Eddie Gómez che, il 14 ottobre, è stato invitato alla Berklee per essere investito del titolo di dottore di ricerca honoris causa e per esibirsi al Palau de les Arts, così come per dare dimostrazioni e lezioni a scuola.

Il Berklee College of Music sta gradualmente ma inesorabilmente elevando il profilo della musica a Valenzia da un punto di vista più “culturale”, grazie all’afflusso di diverse nazionalità  che danno nuova vita alla città ed arricchiscono la scena musicale, facendo di Valenzia l’invidia di molte altre capitali europee.